Migliori carte per uso aziendale

Hai bisogno di una carta business, ma non sai quale scegliere?

Sei nel posto giusto! Sul nostro sito abbiamo recensito le migliori carte aziendali per aiutarti nella scelta:

  1. Non hai tempo di leggere recensioni e opinioni? Qui sotto trovi la classifica delle migliori carte aziendali secondo la nostra redazione, i voti e le opinioni dei nostri utenti, e ad altri parametri.
  2. Hai tempo e vuoi fare le tue ricerche in autonomia? Siamo l'unico sito in Italia che ti permette di confrontare oltre 50 parametri per capire le differenze tra una carta e l'altra grazie alla comparazione testa a testa che trovi qui.
Ultimo aggiornamento: settembre 2021

Classifica 2021 delle migliori carte per uso aziendale secondo la nostra redazione *





Che cos’è e a cosa serve una carta aziendale

Di solito, le aziende che hanno dei dipendenti devono far fronte ad una serie di spese molto varie. Tali spese hanno chiaramente bisogno di essere controllate e tracciate con attenzione, ed è necessario rendicontare tutti i movimenti legati al conto corrente, sia dal punto di vista contabile che dal punto di vista fiscale.

Chiaramente è anche necessario evitare eventi spiacevoli e dannosi come truffe e frodi, nonché tenere sotto controllo le spese aziendali fatte dagli stessi dipendenti. Per fare tutto questo, è necessario scegliere le carte aziendali, che possono essere principalmente di due tipi: di debito o di credito.

Le carte aziendali sono infatti sempre più utilizzate da professionisti e imprese per gestire nel migliore dei modi il bilancio aziendale. Sono infatti carte dotate di funzioni peculiari, dedicate proprio a questi precisi ambiti e fatte apposta per rendere le attività delle aziende più comode e semplici.

Vediamo quindi quali sono le caratteristiche che una carta aziendale degna di questo nome deve possedere in questo articolo. Ma prima ancora di ciò, vediamo esattamente cos’è una carta aziendale.

Una carta aziendale è una carta che è collegata ad un conto corrente business, il quale è a sua volta associato all’azienda. Con questa carta è possibile gestire varie spese professionali di natura diversa, come ad esempio i pagamenti dei fornitori, delle utenze, dei vari collaboratori, le spese dei viaggi di lavoro o delle eventuali trasferte ecc.

Le aziende di un certo livello ormai non possono rinunciare ad uno strumento come questo, poiché è praticamente l’unico modo sicuro per poter monitorare e gestire il denaro in uscita e in entrata, dalle spese minori a quelle più grandi.

Esistono diverse tipologie di carte aziendali, di credito o di debito, nominative e non nominative, prepagate ecc. Vediamone alcune nel dettaglio.

Carta di credito aziendale

la carta di credito aziendale permette di spendere più denaro rispetto a quello che è disponibile sul conto, proprio come succede per le carte di credito normali. I soldi verranno anticipati dalla banca e dovranno essere restituiti entro trenta giorni e solitamente vengono scalati dal conto il giorno 15 del mese successivo a quello in cui vengono effettuati i pagamenti.

Purtroppo, proprio per questo motivo e questa funzionalità, la carta di credito aziendale non è il sistema più sicuro per tenere sotto controllo le spese, in quanto è possibile utilizzare importi maggiori rispetto a quelli disponibili sul conto.

Le carte di credito aziendali possono essere a loro volta di due tipi differenti: nominative e non nominative.

  • Le carte di credito aziendali non nominative sono intestate alla società. Vengono utilizzate da collaboratori, impiegati e da vari soggetti differenti. Tutte le spese vengono addebitate all’azienda direttamente, e in questo modo purtroppo risulta difficile capire chi abbia fatto una determinata spesa.
  • Le carte di credito aziendali nominative sono invece intestate al dipendente singolo e quindi le spese sono di sua responsabilità anche se sono in realtà a carico dell’azienda. In questo modo è più semplice tenere d’occhio le spese e i singoli dipendenti. Inoltre, la carta di credito aziendale nominativa è semplice da gestire e sicura da utilizzare.
  • Carta di credito aziendale business. Queste sono dedicate in principal modo a professionisti con partita iva, lavoratori autonomi, artigiani, commercianti ecc.
  • Carta di credito aziendale corporate. La corporate è pensata per aziende che hanno più collaboratori e che quindi sono un po’ più grandi. Ai dipendenti o collaboratori viene quindi affidata una carta con cui sostenere le varie spese aziendali e su cui è possibile accreditare benefit, polizze, rimborsi spese ecc.

Anche ad esempio durante una trasferta di lavoro, i costi e i dettagli di tutti i pagamenti possono essere controllati con grande semplicità e accuratezza.

All’interno della tipologia carte di credito aziendali nominative si può fare una ulteriore distinzione e suddivisione:

C’è però da dire che, ancora più sicure e controllabili delle carte di credito nominative, ci sono le carte di debito nominative. Infatti, con queste non è possibile superare con le spese la liquidità disponibile sul conto, e ciò pone un freno alle spese che i dipendenti possono fare.

In ogni caso, sia per le carte di credito non nominative che per quelle nominative, è possibile scegliere la modalità di pagamento rateale dell’addebito, in modo tale che questo pesi meno sulle finanze dell’azienda, nonché di poter godere di assicurazioni piuttosto vantaggiose. Inoltre le banche propongono di solito delle soluzioni personalizzate per i propri clienti a seconda del target a cui fa riferimento la carta.

Carta di credito aziendale a saldo

Le carte di credito aziendali a saldo sono davvero moltissime, e per scegliere quella giusta si deve tenere conto dei bisogni e delle esigenze dell’azienda, nonché anche di altri fattori molto importanti, come ad esempio il canone , i costi di commissione, quelli dell’invio dell’estratto conto e quelli dell’imposta di bollo. Se si prevede di dover utilizzare la carta per molte operazioni, e quindi assiduamente ed intensivamente, allora questo tipo di carta può apportare considerevoli vantaggi.

Si deve inoltre tenere conto del fatto che le banche online permettono di risparmiare molto sull’emissione e sulla gestione delle carte di credito aziendali a saldo, quindi anche questa può essere una soluzione da tenere in considerazione.

Carta prepagata aziendale ricaricabile

Le piccole azienda che non hanno molti dipendenti possono scegliere come soluzione pratica e conveniente le carte prepagate aziendali ricaricabili. Infatti queste hanno tra i loro più grandi vantaggi quello di andare a semplificare di molto tutta la parte burocratica, nonché la rendicontazione delle spese. In questo modo i tempi, le energie e il lavoro vengono ottimizzati e spesi in altre attività più costruttive e produttive per l’azienda stessa.

Carta di debito aziendale

Anche le carte di debito aziendali, così come quelle di credito, possono essere nominative e non nominative, con le stesse caratteristiche delle precedenti che abbiamo già menzionato. Queste però, come già accennato, danno una maggiore garanzia di controllo e di sicurezza delle spese e delle finanze dell’azienda, in quanto non permetto di spendere di più rispetto alla liquidità disponibile sul conto.