Recensione carta Monese Simple

La carta senza vincoli di residenza o esperienze bancarie precedenti.

La carta in sintesi

  • Tipo: carta di debito 
  • Istituto emittente: Monese
  • Circuito: Mastercard 
  • Canone: gratis
  • Limite di spesa: 7.000 euro al giorno
  • Limite di prelievo: 350 euro al giorno
  • Uso: personale 
  • Contactless: sì
  • Costo di attivazione: gratis (4,95 euro per avere la carta fisica)
  • Limite delle transazioni: nessuno, saldo massimo della carta 50.000 euro
  • Compatibilità Google Pay: sì 
  • Compatibilità Apple Pay: sì 

Vantaggi

Simple è la carta conto base offerta dall’istituto bancario Monese. Si tratta di una carta associata a un conto corrente inglese, con tanto di IBAN per inviare e ricevere bonifici.

Il primo vantaggio di questa carta è il fatto che il conto si attiva in pochi minuti, non è richiesta alcuna esperienza bancaria precedente né l’invio di documenti per l’apertura.

Si tratta di una carta a costo (quasi) zero: non ci sono canoni mensili né costi di utilizzo se si rimane entro certi range.

L’unico costo fisso è quello relativo all’invio della carta che corrisponde a 4,95 euro.

Perfetta soprattutto per chi viaggia spesso, giovani e liberi professionisti.

Caratteristiche e funzionalità

  • Monese Simple è una carta contactless accettata in oltre 200 Paesi al mondo, nei negozi online ed è utilizzabile con Google Pay ed Apple Pay
  • 5 prelievi di contante al mese da qualunque sportello bancomat, gratuitamente
  • fa parte del circuito Mastercard, che si traduce in sicurezza delle transazioni e massima usabilità
  • sicurezza al 100% con il blocco della carta tramite app in caso di furto o smarrimento, con un semplice gesto
  • tutte le operazioni vengono svolte tramite app, in modo intuitivo e immediato senza dover visitare nessuna filiale
  • situazione delle spese sempre aggiornata nell’area notifiche dal cellulare
  • per evitare spese eccessive, Monese Simple ha un plafond della carta, massimo 50.000 euro: spendi solo ciò che hai
  • si possono attivare gli addebiti diretti per spese come affitto, bollette, abbonamento della palestra
  • si può inviare denaro all’estero in 8 valute con una minima commissione (0,5%)

Con Monese Simple gestisci i tuoi soldi in modo semplice, veloce, sicuro. Inizia subito a usarla.

Come richiedere la carta?

Avere tra le mani Monese Simple è possibile solo se la attivi attraverso l’app dedicata,  disponibile sia per iOS che per Android. Dopo averla scaricata:

  • fai tap su apri conto e riempi il modulo con le informazioni richieste;
  • fai un selfie in cui si vede in modo chiaro e leggibile un tuo documento di identità; 
  • attendi che Monese verifichi i dati inseriti; 
  • ricevi l’IBAN associato alla carta, con cui puoi eseguire operazioni sin da subito;
  • richiedi la carta fisica che verrà inviata all’indirizzo fornito in 15 giorni. 

Non puoi richiedere Monese Simple se sei minorenne e non risiedi in uno dei Paesi dello Spazio economico europeo (l’Italia ne fa parte).

Come si ricarica Monese Simple?

Una sola carta, tanti modi per ricevere denaro. Primo fra tutti il bonifico bancario: Monese Simple è una carta a cui è associato un IBAN, basta comunicare il tuo codice a chi dovrà ricaricare la carta e aspettare che venga accreditato l’importo (possono volerci fino a 48 ore).

Se desideri una soluzione in tempo reale, basta ricaricare attraverso un altro account Monese o usare Google/Apple Pay (ricordati di associare il tuo profilo al sistema di mobile payment).

Un’altra possibilità? Ricarica con un’altra carta di tua proprietà o di terzi. Nessun costo a carico tuo, potrebbero esserci delle commissioni se la carta da cui si ricarica non è di Monese (dipende dall'istituto bancario).

Al momento non puoi ancora ricaricare in contanti, lo possono fare solo i residenti del Regno Unito.

Quali sono i costi?

Monese Simple non ha costi di attivazione anche se è richiesto un contributo di 4,95 euro per la consegna della carta fisica.

A differenza delle altre proposte Monese, non ci sono canoni mensili da sostenere anche se ci sono alcune tipologie di operazioni che prevedono delle commissioni.

Le ricariche sono gratis mentre il prelievo di contanti è gratuito fino a 200 euro al mese, oltre questa soglia è prevista una commissione del 2% a operazione.

Altro costo da tenere presente? La spesa con carta in valuta estera: gratuita fino a 2.000 euro al mese, commissione del 2% dall’operazione successiva. 

I trasferimenti in valuta estera sono sempre gratuiti se invii ad altri account Monese, se cambia istituto c’è una fee del 2% con commissione minima di 2 euro.

I bonifici sono gratis così come i costi di ricarica.

Gestisci subito le tue finanze in modo semplice.

Quali sono i limiti?

Approfondiamo bene la questione limiti per Monese Simple. In linea generale possiamo dire che la carta non ha né limiti di importo né di trasferimento, ma la carta ha un plafond fissato a 50.000 euro. Questo significa che, se si supera quel limite, non sarà possibile eseguire altre operazioni.

Ecco invece gli altri limiti imposti:

  • 7.000 euro al giorno per le spese;
  • 350 euro al giorno per i prelievi.

Attiva subito Monese Simple.

La nostra opinione

Il nostro parere su Monese Simple è positivo. Nonostante il limite massimo di 50.000 euro, ha una buona soglia di operatività e costi bassi.

Si tratta di una carta a costo zero se si rimane entro i limiti stabiliti, se per te fossero troppo bassi puoi valutare gli altri due piani: Classic e Premium.

Altro punto a favore è sicuramente l’appartenenza al circuito MasterCard e l’assenza di costi di ricarica.

Il fatto che la carta sia veramente vantaggiosa o meno ha a che fare con il numero di operazioni e l’importo delle transazioni che, oltre la soglia, hanno una commissione percentuale.

Per noi approvata.

Contatti e servizio clienti Monese Simple

Se hai dubbi, domande o ti servono informazioni puoi contattare gli operatori Monese in diversi modi:

  • via chat dall’app;
  • via emai, [email protected];
  • via telefono al numero +39 023 0578822, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 17, orario UK.

Controlla anche la sezione domande frequenti del sito: potresti già trovare lì la risposta che cerchi.